CinziaPedrani-Blog per B&B

Fossi in te aprirei un Blog – all’interno del sito del tuo B&B

Oggi vorrei affrontare l’argomento Blog.

Non come elemento d’espressione a se stante ma come parte  del sito del tuo Bed and Breakfast.

Faccio un passo indietro.

Qualche settimana fa ho scritto  Sito Web si, Sito Web no. Tu cosa ne pensi? un post nel quale ti spiegavo perche’, secondo me,  oggi è fondamentale avere un proprio  sito Web  .

lo definivo il tuo biglietto da visita 2.0,  la tua vetrina universale.

“Le persone atterreranno lì per reperire informazioni su di te, sul tuo B&B, per capire se è quello che stavano cercando, per contattarti e, se tutto va bene, per prenotare!”

Ti invitavo anche a riflettere sul fatto che, a differenza dei tuoi profili social, il sito web è uno spazio davvero tuo, un giardino privato, da coltivare con cura, ed attenzione.

Per come la vedo io il  Blog   è un angolo di questo tuo giardino: l’angolo con i fiori di stagione, quelli colorati, quelli che catturano lo sguardo del visitatore e lo invitano a fermarsi un attimo. O, meglio, due.

Continuando nel parallelismo posso dirti che un sito senza blog è come un giardino senza fiori, senza colori: è anonimo, con poca personalità.

Ecco tre motivi per i quali può tornare utile avere un blog nel proprio sito.

Creare un’identità definita della tua attività.

Qualunque sarà il taglio che deciderai di dare al tuo blog il modo in cui lo farai parlerà di te, ti definirà, fornirà ai tuoi lettori una serie di suggerimenti sulla personalità tua e del tuo B&B.

Sai quando ti parlavo di Personal Branding? Ecco, il Blog ne è una parte fondamentale, ti permetterà di entrare in contatto con persone con energie simili alla tua, sulla tua lunghezza d’onda. Con il tuo ospite ideale.

Può aiutarti a intercettare nuovi clienti.

Una volta scritto il post potrai condividerlo sui tuoi canali social, usando le parole chiave che hai scelto, degli hashtag appropriati.

Tutto questo oltre a mantenerti in contatto con le persone che ti seguono, permetterà a potenziali clienti di intercettarti e, perchè no, contattarti.

Favorisce il posizionamento su Google.

Innanzi tutto scrivendo i post fai in modo che il tuo sito risulti sempre aggiornato ( l’aiuola con i fiori freschi del tuo giardino! ) e questo a Google piace molto.

Ma c’è un’altra motivazione, più sottile. Quando un lettore atterra  sul tuo sito di solito guarda una o due cose e poi velocemente se ne va. Siamo tutti sempre di corsa, anche on line.

Ma se trova un blog con un post dal titolo accattivante o che tratta un tema che lo interessa magari decide di fermarsi e leggerlo.

Ecco, questo fermarsi viene letto da Google come un fattore positivo, deduce che il tuo sito è davvero interessante per il lettore e lo premia.

Mi fermo qui ma ti assicuro che i motivi pro Blog sono molti, ed alcuni, probabilmente i più importanti, almeno per me, hanno meno a che fare con il lato “marketing” e più con quello umano.

Scrivere è di per se un atto liberatorio, azzarderei catartico.

Scrivere della propria vita, della propria casa o anche solo del proprio territorio, del perchè lo si ama, di come ci sentiamo nel viverlo …

Insomma pubblicare qualcosa che riguarda noi e la nostra vita è un processo alchemico, è un modo per dare forma e peso alle nostre parole, è Magia.

Ti confesso una cosa: quando ho iniziato a scrivere il mio piccolo blog sul sito del B&B non avevo assolutamente idea di cosa stessi facendo ne del perchè.

Beata incoscienza.

In maniera del tutto inconsapevole, in un momento di incredibile creatività del quale ringrazio infinitamente la Vita, ho pensato di raccontare come e’ iniziata la mia avventura, come e perche’ la mia casa è diventata un bed and breakfast.

Mi rendo conto solo ora, quattro anni dopo, che non sapevo esattamente come fare, cosa fare, cosa dire …  ho colto l’attimo e ho iniziato!

La strada si fa camminando!

E’ un modo di dire che amo  l’ho già citato qui

Se aprire un Blog all’interno del sito del tuo bed and breakfast è un’idea che non ti aveva mai attraversato la mente ti invito a prenderla in considerazione.

Se invece ci stavi pensando da un po’ spero che questo mio post ti aiuti a trovare il coraggio che ti manca e buttarti nell’avventura. 

In entrambi i casi ti ricordo che fino alla fine di dicembre puoi approfittare del mio regalo di Natale e prenotare una Call gratuita : potremmo utilizzare quei trenta minuti per affrontare dubbi, timori e perplessità sull’argomento.

Cosa ne dici?