Aprire un blog, new, cinzia pedrani

Aprire un Blog non fa per te

Decidere di aprire un Blog integrato nel sito web della propria struttura ricettiva non è cosa da tutti.

Dopo tre post a favore eccomi oggi con una doverosa riflessione: creare e gestire seriamente un progetto di questo tipo richiede competenze, creatività e tanto tanto tempo.

Non è un caso se la maggior parte dei siti web delle piccole strutture ricettive non ha un Blog (vero) al suo interno: è una scelta impegnativa che necessita una buona idea dalla quale partire, tempo e competenze per creare e pubblicare con regolarità contenuti di valore, pazienza nell’attendere i risultati desiderati.

Non ti dico tutto questo per spaventarti ma credo sia mio compito, quale promotrice appassionata di questo strumento, renderti consapevole anche del suo lato ombra. Se leggendo i miei post precedenti o magari per una tua attitudine personale stai pensando seriamente di intraprendere questa avventura (great idea) prenditi solo un minuto e rifletti con me su questi due requisiti (basici) a mio avviso fondamentali. Due in uno, ma son due. te li avevo accennati nella Newsletter mensile, se te la sei persa puoi recuperarla qui.

Autonomia assoluta nella creazione e pubblicazione dei contenuti

Vediamo di capirci. Essere Host, gestire una piccola struttura ricettiva di successo può “limitarsi” alle competenze specifiche, non c’è nulla di male in questo. Preparare la struttura, accogliere i nostri ospiti, interagire con loro, adempiere a tutte le incombenze pratiche e burocratiche quotidiane è il nostro lavoro, con questo paghiamo le bollette: vediamo di non dimenticarlo mai.

Esistono professionisti che potrebbero occuparsi, bene, della nostra presenza on line: sito web, canali social, blog, newsletter … è tutto delegabile.
Ma conosco il mondo dell’extra-alberghiero, so bene che i budget da dedicare al marketing son sempre scarsi e mi è familiare l’atteggiamento generale da Self Made Host che ci accomuna e molte volte ci porta a fare scelte da super eroi. Aprire un Blog, per esempio.

Amare scrivere

Se vuoi che il tuo Blog sia di supporto al sito web, piaccia ai motori di ricerca e sia anche utile per i tuoi ospiti e per chi ti legge in fase di pre-acquisto dovrai scrivere un post a settimana per 6 mesi, 1 anno. Un post di almeno 600 parole, meglio 1000. Cominci a capire dove voglio arrivare?

Avere una buona idea che faccia da struttura al tuo Blog è fondamentale, da lei dipende il 90% del successo del progetto stesso, su questo non ci piove. Ma se scrivere non è la tua passione, se hai difficoltà a trovare l’ispirazione o il tempo anche solo per una didascalia su Instagram forse avere un Blog non è la scelta migliore per te.

Non voglio ora addentrarmi nel mondo della scrittura e non ti sto invitando a seguire un corso di scrittura creativa (notizia spoiler: io ci sto pensando), come sempre il mio non è un discorso quantitativo. Ma tienine conto: avere ogni settimana due pagine da riempire di contenuti richiede tanta passione, creatività, disciplina: amare scrivere ti sarebbe sicuramente di grande aiuto. Tutto qui.

Conoscere a sufficienza la piattaforma utilizzata dal tuo sito web.

Te lo dico per esperienza personale. Saper inserire, in uno spazio determinato, una parte di testo ed una o più foto non è un livello di competenza sufficiente se vuoi aprire un Blog di valore. Non fidarti di chi ti dice il contrario, potresti rischiare di perdere un sacco di tempo nel creare contenuti di fatto “inutili” per il tuo scopo.

Se il sito lo hai realizzato tu, non avrai nessun problema. Sai tutto quello che c’è da sapere e quello che non sai lo puoi facilmente imparare. Hai delle solide basi.

Se il sito lo hai fatto realizzare da altri ma hai qualche competenza, ti consideri una Host “tecnologica” e sei determinata nel voler aprire un Blog, potresti chiedere loro un appuntamento, spiegare bene il tuo progetto e valutare con loro la sua fattibilità (in primis) e i passaggi da fare per renderti completamente autonoma nella gestione. Insisti su questo punto, mi raccomando. Dovrai mettere in conto un costo per tutto questo ma non lasciare che un piccolo ostacolo ti blocchi senza almeno provarci.


Aprire un blog non fa per te, cinzia pedrani

Chi non sta quotidianamente investendo del tempo, delle energie, per superare le sue paure, non ha ancora fatto suo il segreto della vita.

Ralph Waldo Emerson

Se il sito lo hai fatto realizzare da altri e non hai la minima idea di questo mondo … beh, in questo caso, se sei una Self Made Host credo dovresti rinunciare. Se ami scrivere potrai organizzarti per realizzare qualcosa di molto simile ad un Blog sui tuoi canali social: usando la tecnica dello storytelling potrai comunque raccontare la tua ospitalità in modo creativo e creare interesse e una magari una community di amici della tua struttura. Ne ho parlato brevemente qui.

Se non hai competenze tecnologiche e non ami scrivere probabilmente non sei nemmeno arrivata fino a qui.

Amare scrivere e conoscere la piattaforma di pubblicazione sono requisiti fondamentali, a mio modo di vedere, se vuoi fare tutto da sola, e iniziare la tua Missione Blog senza extra penalità. Credimi, te lo dico perche’ ci son passata.


A proposito di Blog, Cinzia pedrani

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.