Cinzia Pedrani, Da Host a Guest

Da Host a Guest

Lo scorso weekend ho lasciato i miei panni di Host ed ho indossato quelli da Guest.

Ho trascorso due notti a Bologna ( citta’ meravigliosa e stra affollata di turisti: beati voi, gestori bolognesi! ) per un evento che non aveva nulla a che fare con la mia vita da Host o Mentore per Host. Ogni tanto stacco la spina, lo confesso, e a volte mi capita anche di diventare Guest.

Cosa succede quando una Host diventa Guest?

Personalmente quando ricevo una prenotazione da una collega un filo di ansia mi sale, lo confesso. Credo capiti in ogni settore: il “collega” ha sicuramente un occhio piu’ attento, a volte piu’ critico. Conosce tempi e dinamiche, sa valutare.

Ma soprattutto ha una sua idea ben precisa di cosa sia l’accoglienza e di come si debba gestire un Bed and Breakfast ( o casa vacanza o … ) ed al vaglio di quella sua idea passera’ la mia ospitalita’.

Un Host non smette mai di essere Host.

Io per prima.

A Bologna ho condiviso un monolocale con una amica che non è Host. Ha trovato lei la struttura, mi ha inviato il link al sito, io ho guardato e dato il mio ok per la prenotazione. Il sito pero’ si riferiva al B&B: non essendoci posto li’ la proprietaria ci ha proposto un monolocale, stessa zona del B&B.

Ecco un breve esempio di quanto diversi fossero i nostri sguardi già subito all’arrivo.

  • Accesso in modalita’ super self check in. L’Host ci invia foto ed indicazioni su whatsapp. Molto smart. L’amica apprezza ed io anche pensando a come si possano cosi’ ridurre i tempi di Attesa ma poi mi chiedo: come farà con i documenti? *
  • Il monolocale e’ in zona centrale, in un palazzo d’epoca ( credo tutto sia d’epoca in centro a Bologna ), al secondo piano e mezzo, senza ascensore. L’amica fatica un po’ ma non dice nulla, io penso che probabilmente chi vive qui da per scontato che palazzo antico voglia dire senza ascensore ma forse un turista andrebbe avvisato. Soprattutto se non gli chiedi i documenti e quindi non sai che eta’ ha!

Mi fermo qui. Credo sia sufficiente per farti capire cosa intendo con “sguardo da Host “.

Quando un Host diventa Guest non è facile per lei/lui mantenere uno sguardo neutrale sull’ospitalità che gli viene offerta. Ma è importante provarci.

E’ una cosa che ho imparato in questi ultimi anni e che mi permette anche di godermi di piu’ il soggiorno. Non irrigidirmi subito alla prima difficoltà ( ad esempio un bollitore e due tazze da tea in condizioni igieniche decisamente al di sotto la mia livello di tolleranza ) ma focalizzare la mia attenzione sulle cose che mi piacciono, sulle idee che funzionano e che magari potrei adottare nel mio B&B o consigliare a qualche collega, amica o cliente ( in questo caso la modalità scelta per il self check in, per esempio )

Non e’ ne facile ne immediato. Ma vale la pena provarci.

Il weekend è andato bene, il nostro workshop è stato super interessante e la sera tornavamo nel monolocale talmente stanche da non essere disturbate da nulla.

Ma se la proprietaria di questa struttura dovesse prenotare una consulenza con me sarei ben felice di tornare nei miei panni ed invitarla a lavorare su:

  • Coerenza. Quello che mostri sul tuo sito web, la tua vetrina, lo devi poi mantenere. Se in fase d’acquisto offri una soluzione alternativa assicurati che il tuo ospite abbia ben chiaro cosa gli stai proponendo. Il fatto che lui non chieda non ti esonera dall’essere trasparente nel definire il prodotto che gli stai proponendo.
  • Attenzione. I tuoi ospiti sono persone, non solo numeri di una carta di credito. Va benissimo il self check in ma poi cerca un contatto o crealo, lascia un biglietto di benvenuto, un piccolo omaggio . Un saluto. Un fiore.
  • Investi in manutenzione, pulizia ed arredi. Bologna è fantastica, essere in zona centrale non ha prezzo ma prima o poi i tuoi ospiti rientreranno in camera, magari solo per una doccia e ti assicuro che essere accolti in un ambiente curato e confortevole per loro fa la differenza.

Tre semplici consigli con i quali passerebbe da una recensione a due stelle ad una a cinque. Almeno nel mio caso.

Ma la bellezza, come le altre qualità, non è qualcosa di immutabile: può crescere o diminuire, fiorire o sfiorire, brillare o spegnersi, e molto dipende da quanto e da come viene alimentata.

La via della Bellezza, V. Mancuso

* Nel caso te lo stessi chiedendo: i documenti non ci sono mai stati chiesti, la nostra Host non si è mai palesata. Per noi è stata una Gost Host.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.