Cinzia Pedrani, le mie letture di maggio 2019

Letture del mese, maggio 2019

Siamo alla fine di uno stranissimo mese di maggio, almeno per quanto riguarda il meteo. Oggi, 31 maggio, è finalmente una splendida giornata, con un clima ed un cielo da tarda primavera. Finalmente!

Complici freddo e pioggia ho letto tre libri.

Persuasione, di Jane Austen.

I veri artisti non fanno la fame, di Jeff Goins.

Ed infine 50 segreti per essere creativi, di Rod Judkins.

Iniziamo dal romanzo.

Jane Austen è una delle mia scrittrici preferite. Non so come questo suo romanzo mi era sfuggito.

L’ho scoperto guardando un film nel quale veniva ripetutamente citato. Mi sono incuriosita e l’ho preso su Kindle. Era da tantissimo che non leggevo un romanzo di Jane. Me lo sono davvero goduto!

Il tema è sempre l’ Amore: struggente, inizialmente contrastato ma che poi, inaspettatamente, si trova a vivere una seconda possibilità.

Mi è piaciuto perché parla di attesa, di quanto sia importante saper attendere quando si ama.

Attendere secondo Jane è una caratteristica sia maschile che femminile, ma:

“L’unico privilegio che reclamo per il mio sesso (e non è un privilegio invidiabile, non avete bisogno di desiderarlo) è quello di amare più a lungo, quando l’esistenza o la speranza sono svanite!”

Persuasione, J.Austen

Il secondo lo consiglio sia a chi sta pensando di lasciare un lavoro tradizionale per vivere solo della sua arte, sia a chi sta’ gia vivendo della proprio creatività.

Partendo dalle vite di famosi artisti “ prosperi “ del passato, piu’ o meno remoto, porta avanti un discorso interessante che ti riassumo molto brevemente in tre punti.  Merita una lettura.

  1. L’ idea di base che l’artista debba essere necessariamente squattrinato è solo un  mito: chiunque puo’ diventare un  Artista Prospero dipende solo da noi ( molto american style ) . Artisti non si nasce ma si diventa, e questo è già un gran cambiamento di visione ( non sono del tutto d’accordo ma non importa ).
  2. Scegli bene il tuo maestro, lavora con lui e per lui. Attendi con pazienza di essere pronto ( l’attesa ritorna come tema questo mese , qui in veste di apprendistato ) Duro lavoro e perseveranza sono alla base di un successo creativo.
  3. Lavora sempre in cambio di qualcosa. Devi essere convinto che il tuo lavoro merita di essere pagato ( se non dai tu un valore al tuo lavoro non lo faranno nemmeno gli altri ). Il tuo lavoro conta ma il mondo non lo riconoscerà se non lo fai prima tu.

Oggi c’è un nuovo Rinascimento che sta’ trasformando gli artisti squattrinati in artisti prosperi e non dobbiamo fare altro che abbracciarlo

Infine un piccolo e veloce manuale in cui l’autore, riconosciuto artista inglese molto american style, ribadisce il concetto visto nel libro precedente: straordinari non si nasce ma si diventa.

“ Qualunque cosa pensiate di essere, è cio’ che diventerete”

Il creativo non è chi ha piu’ talento ma chi ci crede davvero, si rimbocca le maniche, non molla , impara dai propri errori e si rimette in gioco.

Tante pillole di saggezza con esempi tratti dalla vita vera.

Possiamo riassumerlo con questa citazione.

Da molto tempo avevo notato quant’ era raro che le persone di talento si sedessero ad aspettare che le cose accadessero da se’.

Erano loro ad accadere le cose”

L.Da Vinci

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.