Letture di Agosto, Cinzia Pedrani bnbMentor

Letture del mese, agosto 2019

Agosto e’ stato un mese ricco di colpi di scena, anche per le letture. A differenza di quanto programmato infatti non ho ri-letto i tre libri consigliati dal mio maestro di yoga ( Fabry, please, forgive me ) ma mi sono letteralmente persa in tutto un altro genere.

Due i libri letti nelle prime settimane e, confesso, gia’ riletti perche’ meritano assolutamente piu’ un piccolo libro divorato a fine mese che ha dato un’ulteriore smossa al mio modo di lavorare e di vivere.

Il primo e’ Nosso Lar.

Lui e’ Chico Xavier , scrittore e filantropo brasiliano, e’ stato un famoso medium, ha scritto questo e molti altri libri tramite la psicografia.

E’ un libro sulla vita altre la morte che non provo nemmeno a riassumerti. Se sei incuriosit@ dall’argomento te lo consiglio caldamente. Ti aiutera’, fin da subito, a vivere meglio questa tua esperienza terrena e ad affrontare con maggior serenita’ la morte di persone care.

Credimi.

Ne e’ stato tratto un film, puoi eventualmente partire da li se l’idea di un intero libro su questo tema ti spaventa un po’.

Lo trovi gratuito su you tube, e’ in lingua originale, sottotitolato, ma dovrebbe essere  in uscita anche doppiato in italiano. Chiaramente nel libro c’è molto di piu’ ma il film riporta i concetti principali e l’ho trovato ben fatto. L’ho visto due volte, vedi tu 

Ecco il link. Buona visione.

Il secondo e’ La trilogia dell’ Io Sono.

Un libretto breve ma talmente denso di contenuti che credo si fermera’ sul mio comodino a lungo. E’ una trilogia composta da:

Io sono  del Conte di Saint Germain

Io sono Dio di A.M. King

Io sono Colui che E’ , originariamente del Conte di Cagliostro.

Il curatore della trilogia e’ Arcagelo Miranda .

“Ogni giorno, da tutti i punti di vista, io sono di bene in meglio”

Trilogia dell’Io Sono, a cura di A. Miranda

Questa e’ una delle affermazioni che trovi all’inizio del libro insieme a questa spiegazione:

“Il libro che ti appresti a leggere ti aiutera’ a comprendere come tutto sia possibile e come niente sia cosi’ importante da far pensare “IO”.

Soprattutto se hai capito che rischiamo di essere solo ombre sul muro. Forse”

Anche in questo caso il testo non e’ facile da raccontare perche’ e’ molto articolato e strutturato per tanti strumenti mentali diversi. Leggendolo la mente fa’ una bella ginnastica, te lo assicuro.

Un esempio? Al  capitolo 12 affronta l’argomento Anime Compagne e dice

“Quanto alla tua vera “anima compagna”, che qualcuno ti ha indotto a credere che ti aspetti in qualche posto, smetti di cercarla; poiché essa non esiste al di fuori, in qualche altro corpo, ma dentro la tua anima… nel tuo desiderio egoista di un compagno (sia pure) spirituale, tu sviluppi ancora di più il lato egoistico della tua natura; mentre un compagno antipatico ti obbliga a ripiegarti su te stesso, a volgerti all’interno, dove io dimoro… Un compagno irritante ti fornisce la disciplina dell’anima di cui hai bisogno ancora e t’insegna il valore dell’opposizione e del dominio di se stessi”.

Trilogia dell’Io Sono, a cura di A. Miranda

Insomma, un libricino che colpisce, denso di contenuti, alcuni sicuramente di non facile comprensione, e ricco di spunti interessanti se anche tu, come me,  ti stai interrogando sul senso di questa nostra vita.

Ti lascio con una frase che trovi verso la fine del primo dei tre testi. E’ una affermazione che, se compresa davvero, ha il potere di cambiare la nostra vita.

Per mezzo di quelli che ti sono più vicini io t’insegnerò molte cose meravigliose, che ora tu puoi comprendere, mentre prima ti ribellavi furiosamente contro la loro verità … ti farò vedere che io, profondamente dentro ai loro cuori, costringo le loro personalità a dare precisamente ciò che la tua personalità attira con le proprie debolezze. Ora tu potrai apprezzare questo e approfittarne!

Trilogia dell’Io Sono, a cura di A. Miranda

Infine e’ arrivato lui, The Carpenter .

Un piccolo libro di Jon Gordon, autore e relatore americano che si occupa  di leadership, cultura, vendite e lavoro di squadra. In apparenza dissonante dalle letture precedenti ma … e’ solo apparenza.

Racconta l’incontro di Michael,  giovane imprenditore  super stressato, con un falegname che, dopo avergli salvato letteralmente la vita, diventa suo mentore e lo aiuta a far decollare  la propria attivita’ e se stesso passando attraverso avversita’, paure e perdite.

Si legge velocissimamente: i concetti che esprime sono semplici ma niente affatto banali e sono  scritti  in modo scorrevole ( forse le letture precedenti mi hanno condizionata un po’ ) .

Tre strategie alla base di quella che Jon Gordon chiama La Via.

Love, amore. Ama cio’ che fai, con dedizione e cosi’ supererai quello che e’ l’ostacolo piu’ grande che tutti ci troviamo ad affrontare, la paura. Focalizzati sull’amore per cio’ che costruisci invece che sulla paura di perderlo. Ama tutte le cose e non temerne nessuna.

Serve, servizio. Poiche’ amiamo, serviamo. La tua grandezza come leader non sara’ determinata da quanto accumuli ma da quanto servi e ti sacrifichi per gli altri.

Care, avere a cuore. Avere a cuore gli altri e le cose che si fanno: una persona che ha a cuore gli altri ispira chiunque graviti intorno a fare lo stesso.

Un modello apparentemente molto semplice, da applicare individualmente e collettivamente.

Semplice e’ potente.

Ricorda solo che semplice non significa facile. Devi sempre agire.

The Carpenter, Jon Gordon

Mi fermo qui, nel libro trovi molto altro e sicuramente ne consiglio la lettura.

Come scrivevo all’inizio c’è un filo conduttore che lega questo piccolo libro a due precedenti: nell’ultimo infatti capitolo l’autore svela il “segreto” che si cela dietro ad un lavoro ben fatto. Sapere chi si e’ e cioe’ un essere spirituale che vive un’esperienza umana.

“Ho un corpo ma sono la mia anima ed il mio spirito a darmi potere “

The Carpenter, Jon Gordon

E questo e’ assolutamente in linea con quanto, in modo diverso, viene affermato nelle altre due letture. Come vedi tutto torna.

Chiudo con uno dei tanti passaggi del libro che ho trovato molto utile e che credo possa essere un valido promemoria proprio per noi Host.

“ ogni successo comincia con l’essere artigiano…

Un falegname costruisce cose. Un artigiano crea capolavori. Mentre molte persone affrontano il proprio lavoro con l’atteggiamento mentale di volerlo semplicemente finire, gli artigiani si preoccupano di piu’ di chi stanno diventando e di cosa stanno creando, piuttosto che di quanto in fretta possono finirlo.

The Carpenter, Jon Gordon

[ Potrebbe esserti sorta la domanda. Ma Come sono arrivate queste tre letture nella tua vita? Te lo spiego con piacere e colgo l’occasione per ringraziare anche qui queste splendide anime che mi onorano della loro compagnia in questa vita.

Nosso Lar, ne ho sentito parlare da Barbara Amadori, medium che mi ha fatto conoscere la mia cara amica Nunzia. Io Sono, lo devo ad un’altra amica, Palma, che mi ha chiesto di acquistarglielo on line perche’ non riusciva a trovarlo in libreria ed io, curiosa, ho scaricato l’estratto su Kindle e … e’ stato un attimo. The Carpeter, ne ha parlato Salvatore Brizzi nella sua ultima newsletter. Devo dire che e’ il terzo libro delle ed. Primoraggio che leggo in pochi mesi ( tutti consigliati da Salvatore )  e mi son piaciuti molto tutti e tre. Un caso? ]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.