Cinzia Pedrani-Gratitudine

Di Gratitudine e ospitalità.

Oggi voglio parlarti di Gratitudine.

Nel  mio blog  Questa casa è un Bed and Breakfast trovi  tre post sull’argomento nei quali mi chiedevo

 quanto conta nella vita in generale e nella gestione di un B&B in particolare, la Gratitudine?

Per quanto mi riguarda conta tantissimo: ho scritto tre post!

E’ importante ricevere gratitudine, è fondamentale dimostrare gratitudine.

Nel primo post , Un’infinita Catena di Grazie    parlavo del ricevere:

Vale sicuramente per qualsiasi attività: ricevere un’approvazione o un complimento,  anche se non è indispensabile, gratifica sempre, da una marcia in più, ha un effetto magico immediato. Te ne sei mai accorta?

Fa nascere sul viso di chi lo riceve un sorriso spontaneo e gli riempie il cuore di gioia.

Sarai d’accordo con me se dico che non è cosa da poco!”

Nel secondo post invecedel ringraziare,  Ancora una volta Grazie! 
Esprimevo il mio Grazie  sincero a  tutti gli ospiti che negli anni hanno scelto proprio il mio bed and breakfast per il loro soggiorno fuori casa.
E’ un lungo elenco.
Concludevo scrivendo:
“Grazie a voi, tutti voi, mi sveglio ogni giorno felice di affrontare le innumerevoli incombenze, i problemi e gli imprevisti che caratterizzano questo lavoro , sempre Grazie a voi sono spronata a migliorarmi un pò ogni giorno per fare in modo che il vostro soggiorno a I Due Noci valga sempre il viaggio”
Infine il terzo post : un messaggio di gratitudine fine anno. Era il 2016.

Oggi però mi piacerebbe fornirti un nuovo spunto di riflessione sul tema, anzi due. 

Credo infatti ci siano altre buone ragioni per aggiungere più gratitudine nella nostra vita.
Il nostro lavoro è fatto principalmente di relazioni : relazioni che iniziano spesso con una telefonata o una mail o un post su un social.
Possono terminare li o andare avanti per un pò e poi magari concretizzarsi in  un check in, in un tempo trascorso sotto lo stesso tetto, fino alla conclusione  con un check out e gli inevitabili saluti.
Affrontare tutto questo, ogni giorno, più volte al giorno, può diventare pesante e ripetitivo, può perdere di significato.
Il rischio è l’assuefazione con l’inevitabile conseguenza della lamentela quotidiana.
Se sei in un qualunque gruppo Facebook per gestori di B&B sai bene di cosa sto parlando.
Ti svelo un segreto: il rimedio all’assuefazione è la gratitudine, l’essere grati, il  riconoscere di avere ricevuto un dono di valore in ognuna di queste piccole cose:
  • la telefonata, la mail, il messaggio di contatto pre prenotazione
  • la prenotazione
  • il soggiorno e le sue dinamiche
  • il check out ed i saluti
Credimi: nulla di tutto questo è scontato, nulla di tutto questo è garantito o ti è dovuto solo per il fatto che esisti e la tua casa è un bed and breakfast.
Lo so, ti sei impegnato, hai lavorato duramente e sei un Host serio ed attento. Ma quello che ti suggerisco oggi è di guardare a tutto questo con uno sguardo nuovo, lo sguardo di chi non pensa che tutto gli sia dovuto ma riconosce il valore di quello che riceve e soprattutto riconosce che non è tutto solo merito suo.
E non finisce qui.
La gratitudine è intimamente connessa alla felicità! Lo so, oggi vado giù pesante ma sento nell’aria le mie imminenti vacanze e sono particolarmente grata per questo. E felice ❤

In questi giorni sto leggendo un libro sulla Luna ed i suoi cicli: Lunar Abundance.

Nel capitolo Disseminanting Moon, l’autrice cita alcuni studi scientifici* in base ai quali  la gratitudine è un sentimento capace di trasformare, di curare e di portare nuove energie nella vita delle persone, nella loro vita personale e sociale, nelle loro relazioni.

Come è possibile?

“Semplice”: coltivare la gratitudine ti porta a focalizzarti su ciò che hai (e non su ciò che ti manca ) e ad esercitarti a vedere e a dare valore a tutto quello che ricevi dagli altri.

Te lo traduco in  linguaggio Hostese (neologismo?)

Essere grati di avere tante prenotazioni durante le prossime  vacanze di Natale, evitare di lamentarsi con amici e conoscenti per le limitazioni che questo comporta e riconoscere che è una grande dimostrazione di fiducia e stima quella che rivelano i tuoi ospiti scegliendo proprio te, il tuo B&B, la tua casa, per le loro vacanze di Natale. E’ solo un esempio.

Lo so, non è facile. E’ un cambio radicale di prospettiva: contrastare la tendenza a dare tutto per scontato e garantito, a lamentarsi di continuo per tutto anche per i frutti del nostro lavoro (come per esempio gli ospiti che arrivano durante le festività).

Ma non è nemmeno impossibile e, te lo garantisco, val la pena provarci. Seriamente.

[*Jonah Paquette, Real Happiness: Proven Paths for Contentment, Peace and Well-Being , pag.39]