Libri letti a gennaio, Cinzia Pedrani

Lettura del mese, gennaio 2020

Gennaio mi ha regalato due letture davvero molto interessanti seppur diversissime tra loro. Due graditi regali di Natale per i quali ringrazio anche qui gli amici che me li hanno donati. Grazie anime belle.

Prima di parlartene pero’ ti annuncio che questo sara’ l’ultimo post, almeno per quest’anno, sulle letture del mese. Tra i propositi per il mio 2020 ne ho uno che riguarda proprio il leggere, ne ho gia’ parlato sul feed di Istagram ed oggi lo faccio anche qui.

Mi son ripromessa di non acquistare e quindi non leggere nuovi libri ma di dedicarmi alla rilettura dei testi che ho piu’ amato in questi ultimi anni. Testi dei quali ho gia’ parlato e non credo sia il caso di dedicargli un secondo post. Non preoccuparti, sicuramente terro’ traccia delle letture fatte e postero’ commenti e riflessioni probabilmente su Istagram.

Quindi, se l’argomento ti interessa, Keep in Touch.

Iniziamo. Il primo e’ un piccolo ma denso libretto edito da Adelphi in un anonimo color grigio poco invitante ma che cela un gran sapere.

L Insegnamento del Buddha, di Walpola Rahula.

Scritto cinquanta anni fa da un monaco ( primo monaco buddista a diventare titolare di una cattedra universitaria in Occidente ) e’ una sorta di bignami del buddismo, molto ortodosso, molto affidabile e preciso.

Non lo dico solo io.

La prima parte e’ dedicata all’insegnamento del Buddha, la seconda invece e’ una selezione dei principali canoni buddisti.

Nei primi cinque capitoli affronta l’atteggiamento mentale del Buddha e le quattro nobili verita’, Il sesto e’ dedicato ad Anatta, il non se’ ( spiegato benissimo!!!). Il settimo alla meditazione e l’ottavo, l’ultimo, all’insegnamento del Buddha e il mondo di oggi. Super interessante.

Chiariamo che non sono buddista, non sto’ assolutamente pensando di diventarlo: sono una donna curiosa, consapevole che la nostra e’ una antica cultura indo europea attraverso la quale ci e’ arrivato un patrimonio inestimabile di conoscenze. E ne sono affascinata.

L’insegnamento del Buddha e’ un insegnamento universale, che non dipende dalle credenze del singolo, anzi. E’ un insegnamento indipendente da qualunque credenza: non richiede adesione ad alcun credo metafisico. Probabilmente e’ proprio per questo che mi affascina tanto.

Se vuoi approfondire l’ argomento questo libretto e’ un ottimo testo.

Il secondo libro letto e’ una storia di trasmutazione: un libretto che, secondo l’autore, offre la soluzione per qualsiasi dilemma della vita.

Le Leggi dello Spirito, di Dan Millman*.

Non si puo’ insegnare niente ad un uomo, si puo’ solo aiutarlo a trovare la risposta dentro di se.

Galileo Galilei

Il libro inizia con questa bellissima citazione per spiegare che Le Leggi Dello Spirito appartengono ad ognuno di noi: si trovano nel nostro cuore e sono alla base di ogni religione, cultura e sistema morale.

Il protagonista, durante una passeggiata in un bosco, incontra una anziana saggia, una donna di straordinaria grazia e consapevolezza che gli insegna le 12 leggi dello Spirito utilizzando originali e profonde metafore prese dal mondo naturale.

Un libretto che si legge molto facilmente ma che lascia decisamente il segno.

12 leggi, le chiavi dell’alchimista per l’amore, la liberta’, la gioia e l’appagamento. Tutte importanti, tutte potenti, ma tutte secondarie alla legge dell’Amore perche’, dice l’autore:

… se perdi il contatto con la saggezza del tuo cuore niente altro puo’ giovarti: se ami niente altro e’ necessario.

Ogni legge viene contestualizzata e spiegata in maniera chiara, incisiva. Son dei semi che l’autore sparge tra le righe e che, se accolti dentro di te e lasciati germogliare sicuramente porteranno a frutti di coraggio, amore e comprensione.

per oggi mi fermo qui, nei prossimi mesi potrai seguire le mie riletture su istagram. Ora ti saluto con gli auspici che la saggia elargisce alla fine del libro, con la speranza che ti siano d’ispirazione ed aiuto tutti i giorni della tua vita:

Possa tu trovare la grazia mentre ti arrendi alla vita.

Possa tu trovare la felicita’ mentre smetti di cercarla.

Possa tu arrivare a fidarti di queste leggi ed ereditare la saggezza della Terra.

Possa tu riconnetterti con il cuore della natura e sentire le benedizioni dello Spirito.

[ *Vi ricordate il film La forza del campione (Peaceful Warrior) dove Nick Nolte interpretava il maestro di vita chiamato Socrate? ( lo trovi anche su You Tube ) Quel film è stato tratto dal best seller della spiritualità La Via del guerriero di pace, scritto per l’appunto da Dan Millman ]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.