Cinzia Pedrani-Imprevisti in B&B

Imprevedibile Imprevisto

In un bed and breakfast l’Imprevisto è di Casa.

Te lo dico subito così ci togliamo il pensiero.

E’ un ospite fisso con il quale bisogna necessariamente imparare a convivere nel miglior modo possibile.

Di imprevisti in Bed and Breakfast  scrivevo già in un post del 2014. Finiva così!

” oramai ho capito non si può gestire un bed and breakfast pensando di non dover affrontare Imprevisti.
Ti dirò di più, non si può pensare di vivere senza affrontare Imprevisti “.
Se mi segui dall’inizio della mia avventura hai sicuramente capito che la mia idea è partire dalla mia esperienza, dalla mia vita reale, cercando di trarne un’insegnamento che, spero, possa esserti utile. In questo caso la categoria è sicuramente Vita da Host.
Vediamo insieme quali sono i principali imprevisti che possono capitare a chi gestisce un bed and breakfast o una attività recettiva:
  • qualcosa si rompe: una serratura, un box doccia, una caldaia, una letto, un tetto (esempi realmente accaduti e chiaramente sempre in momenti molto poco opportuni)
  • arrivo di ospiti non attesi (ospiti che anticipano di ore, o di giorni, coppie con bambini o animali al seguito non dichiarati al momento della prenotazione, ospiti che pur non avendo prenotato si presentano … insomma la casistica è infinita)
  • richiesta d’aiuto: qui si apre un mondo. Dalla chiamata notturna di ospiti che non trovano un taxi per rientrare, alla richiesta di oggetti o servizi di tutti i tipi a tutte le ore del giorno e della notte.

L’imprevisto insomma è qualcosa che proprio per sua definizione

(“non previsto, che giunge quindi inaspettato o di sorpresa” )

non può essere programmato, pianificato, controllato.

Per questo ci spaventa tanto.

Cosa mi ha aiutata e mi aiuta ogni volta che sono in una situazione di questo tipo?

Tre consigli veloci veloci, almeno in apparenza.

Consiglio n.1

  • una ottima rete di relazioni che mi permetta di poter contare sempre su un valido e veloce aiuto 

Pensare di poter fare tutto da soli è utopistico,  e sciocco.

Abbiamo bisogno dell’aiuto di altre persone, persone preparate, professionali ma non solo. Abbiamo bisogno di poter contare su un team.

Quasi sempre gli imprevisti più gravi capitano durante il week end o la sera, chiaramente all’improvviso. Serve quindi avere una o più persone amiche, che siano a conoscenza della nostra attività e delle problematiche che incontriamo.

Il mio primo consiglio quindi è di investire sulle relazioni: se hai la fortuna di conoscere uno o più tecnici che magari ti assistono già nella manutenzione ordinaria della tua casa e dei quali ti fidi instaura con loro un rapporto di amicizia, coinvolgili nella tua vita professionale, fai in modo che diventino parte del tuo team operativo.

Ogni volta che puoi parla bene di loro ad amici ed amiche, fai in modo che sentano la tua stima sincera e la tua gratitudine.

Ricordati di loro anche quando tutto va bene.

Crea legami. Ti sosterranno nella tua quotidianità e nei suoi imprevisti.

Consiglio n. 2

  •  creatività

Ricorda: non esiste un modo solo di fare le cose.

Lo so, siam tutte maniache del controllo, precise, a volte in maniera esagerata. Le cose son fatte bene solo se rispecchiano i nostri personalissimi criteri.

Ma non è così!

Davanti ad una richiesta “inaspettata” ad un problema o a  un’ emergenza mi ha spesso salvata pensare un po’ fuori dagli schemi. Sii creativa!

Che si tratti di recuperare un posto letto, riparare una valigia, improvvisare un servizio sartoria o un pasto per un bimbo usa la fantasia!

Non irrigidirti subito con un “No, non posso, non riesco, non si fa’”.

Respira con calma, fai un passo indietro e guarda la situazione da un punto di vista diverso. Sicuramente una soluzione la troverai, ne sono sicura.

Consiglio n.3

  • ironia

Non cedere alla rabbia o allo sconforto. Non è facile, lo so, ma provaci!

Quando qualcosa non va per il verso giusto sei come una cassa di risonanza che amplifica le emozioni e affrontare un imprevisto arrabbiata e nervosa non fa che peggiorare la situazione.

Questo vale in generale ma è fondamentale quando si ha a che fare con le persone.

Sorridi!

Punta sull’ ironia e la leggerezza: dimostra empatia anche se è tardi, se sei stanca, se ti verrebbe da pensare: “son cavoli tuoi”.

Potresti rimanere piacevolmente stupita dall’ evolversi della situazione durante e dopo l’imprevisto.

Prova, non ti costa nulla.

[Il post potrebbe finire qui ma mi concedo una breve nota a piè di pagina. Perdonami. Lavorare bene, con attenzione, cura, professionalità, pianificando e portando attenzione su ciò che ci accade riduce di molto gli imprevisti. Nel nostro lavoro e nella Vita. ]